Adv

giovedì 4 dicembre 2008

Il popolo del tasso fisso è un tantino incazzato

Ecco i post arrivati ad oggi e una mia risposta

Commenti (8)

Scritto da: AntonioL
Francesca, La disturbo ancora per ottenere un suo prezioso consiglio. A settembre 2008 ho ottenuto la surroga del mio mutuo con la OMISSIS (duratra 17 anni). Ho ottenuto un tasso fisso del 5% per 5 anni con opzione per un variabile con spread al 0.75%. Mi sembrava di avere fatto l'affare della mia vita.
Chi poteva immaginare che l'euribor scendesse in un mese al 3.93 %? Con prospettiva di ulteriore discesa. Cosa posso fare? Surrogare ancora mi sembra prematuro, resto alla finestra per vedere anche le prossime decisioni del governo ?


Scritto da: Emmepielle
Vorrei qualche chiarimento in merito all'accordo mef-abi per la rinegoziazione del mutuo e in particolare per quanto riguarda le garanzie fideiussorie del mutuo originario. La BANCA OMISSIS sostiene che "appare chiarissimo" che il fideiussore debba sottoscrivere la domanda di rinegoziazione e che raccogliere tale firma è un mio onere pena il rifiuto della rinegoziazione. A me pare invece che tale interpretazione sia solo una questione di comodo, dato che nelle faq dell'abi sull'argomento si dice testualmente "le garanzie ... continuano ad assistere secondo le modalità convenute il rimborso del debito.. appare preferibile una presa d'atto da parte del fideiussore" ora, a me pare che presa d'atto voglia dire che deve essere informato e per fare questo basta una raccomandata.. non leggo da nessuna parte che debba essere il mutuatario a informare il fideiussore (con cui nel mio caso non ci sono rapporti) ma anzi in diversi commenti di esperti di diritto bancario ho trovato che tale presa d'atto vada interpretata come una semplice cortesia dovutra da parte della banca al fideiussore.. può aiutarmi a chiarire questo punto, magari con riferimenti precisi che possa sottoporre alla banca stessa? grazie in anticipo e complimenti per l'utile blog.


Scritto da: Nunzia
Vorrei informazioni in riguardo alla riduzione del tasso al 4% per i mutui a tasso variabile oltre il 6%, varato dal governo, penso !!! di cui si parla questi giorni. Se è vero ,come dobbiamo comportarci per avere la riduzione del tasso a chi dobbiamo rivolgerci ??? è diritto di tutti .....,grazie per l'attenzione in attesa di risposta.


Scritto da: Leto
Sono stato alla OMISSIS con scarsa risposta, Addirittura il direttore mi ha consigliato di rifarlo (il mutuo) nuovamente con una nuova banca, quindi ripagando notaio e spese relative, neanche rientro nella legge Tremonti a detta sua, Che faccio?


Scritto da: Luca
Posto che le soluzioni governative sembrano, alla luce dell'andamento dei tassi variabili, sembrano poco utili, perché non optare per un fisso adesso, visto che i tassi di riferimento IRS sono in discesa? Chi accende (o cambia per) un mutuo a tasso fisso oggi, potrebbe tranquillamente ottenere un mutuo con un tasso finito del 4.50/5%. considerando l'altalena dei tassi in questi anni...non mi sembra poi tanto malvagio!


Scritto da: noreno
io ho in corso un mutuo a tasso variabile, è stata emanata una legge per bloccare il tasso al 4% per le persone con reddito inferiore a 24.000,00 euro...


Scritto da: incazzato77
Ho fatto un mutuo a tasso fisso nel 2001 al 7% e adesso sento che chi non è stato previdente come me ha anche uno sconto con il tasso-di-stato come lo chiama lei. Ma le sembra giusto? Che faccio adesso?


Risponde: Francesca Tedeschi
Per chi ha un mutuo a tasso fisso o un variabile sottoscritto a un tasso superiore al 4% finito ci sono poche speranze: il decreto e i dalle due banche UniCredit e MPS vanno incontro solo a chi ha un variabile che è partito a un tasso inferiore o uguale al 4%. Si tratta di provvedimenti per chi non ce la fa e sta per perdere la casa. Per chi ha un tasso fisso e ce la fa direi di restare dove si trova senza agitarsi. Quando lo ha sottoscritto sapeva quel che faceva e ha pagato nei primi anni quasi tutti gli interessi, adesso scenderanno anche le quote capitale. Oggi (4 dicembre) i tassi BCE sono scesi di altri 75 punti base a quota 2,50. Leggi questo articolo qui. E' quindi tempo se mai di rinegoziare con un altro tasso fisso oggi sul lunghissimo periodo, 30 anni ad esempio, soprattutto per i più giovani.

1 commento:

michele ha detto...

Mi scusi ma quando un decreto è fatto per aiutare chi "sta per perdere la casa" si determina una soglia di reddito per accedere al contributo di stato. Quando questa soglia non è determinata e anche i Dirigenti non che i benestanti in genere possono beneficiarne, allora... ne voglio beneficiare anche io che ho un mutuo a tasso fisso. Inoltre, il fatto che i tassi della BCE adesso siano cosi bassi non rende inutile la norma visto che nessuno possiede la palla di cristallo per dire quale sarà il comportamento della BCE nel 2° sem. 09. Se i tassi dovessero risalire la norma avrà pieno effetto e le persone previdenti come il signore del precedente commento... saranno costrette per l' ennesima volta a pagare una tassa in più per andare incontro a banche che illudono la povera gente che non è impudente ma soltanto povera e ignorante. E incontro a uno stato che con la scusa di aiutare la povera gente aiuta solo i portatori di un certo interesse (le banche per la recuperabilità del credito.......). Questo è il mio pensiero per il resto c' è la storia degli ultimi 50 anni di Italia. Grazie e mi scusi per l' ignoranza. UNA MIA DOMANDA. PERCHE NON PUBBLICIZZATE I MUTUI DEL BANCO POSTA CHE HANNO GLI SPREAD PIù BASSI IN ASSOLUTO?