Adv

martedì 31 marzo 2009

La giungla dei mutui

Riporto per esteso questa lettera inviata da Miriana (nome di fantasia) perché mette il dito sulla piaga "mutui a tasso fisso" su cui stiamo indagando. La risposta la darò al termine della indagine.

"Buongiorno, io ho stipulato un mutuo a tasso fisso a luglio 2008 con UniCredit Banca per la Casa. Fortunatamente sono riuscita ad ottenere uno spread molto conveniente (0,90), ma il tasso Irs all'epoca era molto alto e quindi ho un mutuo complessivo al 5,95%.

Adesso con il ribassamento dei tassi ho chiesto alla mia banca la rinegoziazione, ma mi è stata chiusa la porta in faccia.

Mi sono a questo punto rivolta ad altre banche orientandomi sia sui tassi fissi, che variabili BCE che variabili Euribor.

E' una vera giungla.

L'irs è sceso, ma le banche compensano aumentando gli spread a livelli folli (me lo dimentico il mio spread a 0,90). Passando ad un fisso adesso, risparmierei circa 40 euro al mese su una rata di 1.090 euro. In più le banche che fanno la surroga sul fisso sono pochissime.

Considerando che la mia propensione al rischio è bassa ho provato a vedere per i mutui indicizzati al tasso della BCE che mi sembravano più stabili. Questi purtroppo vengono proposti con uno spread altissimo praticamente da tutte le banche. Il che mi fa pensare che quando i tassi ricominceranno a salire i consumatori pagheranno rate altissime. Dalle mie ricerche l'unica banca che propone questo tipo di mutuo ad un tasso competitivo è Ing Direct. Ma ha rifiutato la mia richiesta di surroga senza motle spiegazioni!

Il tasso variabile mi spaventa. Solo a luglio, quando ho stipulato, i tassi variabili arrivavano a spread dello 0,50. Adesso non li trovi a meno dell' 1,20. E' immorale secondo me.

Veramente non so come orientarmi in questa situazione. La sensazione è che le banche ne stiano approfittando e non sai come difenderti. Voglio abbassare la mia rata e usufruire anche io dell'abbassamento dei tassi, ma non voglio essere frodata e surrogare un mutuo magari adesso conveniente ma con spread da usurai.

Come posso fare? Qual'è l'opzione migliore (fisso-variabile o varabile BCE anche se con spread più alti?).

Grazie per l'aiuto."

1 commento:

Michele Succi ha detto...

Un buon compromesso secondo la mia opinione è il mutuo a tasso variabile e rata costante. Avrai così la certezza della rata ma la durata sarà variabile.Cerca però di capire quanto si potrebbe allungare ipotizzando vari livelli dell'euribor.