Adv

venerdì 11 giugno 2010

Il mutuo che fa paura

Sempre più spesso mi arrivano mail di persone che mi chiedono: "Posso chiedere un prestito al posto del mutuo?" Quando a mia volta domanda il perché di questa richiesta la risposta è, almeno per me che mi occupo di mutui da anni, piuttosto sconcertante: "Perché del mutuo ho un po' paura..." Cosa è successo? Dopo il famoso surriscaldamento del tasso Euribor nel terzo trimestre 2008 e dopo la confusione che si è creata con la legge surroga e poi con il decreto sul 4% e poi e poi...il tema mutui è diventato molto caldo sui media, ma in modo tale da creare, purtroppo, ansia e paura. La paura del mutuo, però, è irrazionale. Il mutuo è meglio di un prestito e per tanti motivi. Prima di tutto il mutuo è regolamentato da una normativa europea che lo rende più sicuro, la banca non può richiedere indietro il denaro quando vuole come avviene per un prestito. Inoltre, la normativa vigente lo rende più trasparente e flessibile tanto da potere essere trasportabile da una banca a un'altra a zero spese.

Secondo, i tassi d'interesse sono ben diversi rispetto a un prestito: se oggi il tasso medio variabile è molto basso attorno al 2,5%, e anche un fisso viaggia intorno al 4,5% - 5% per 15 anni e 100 mila euro, un prestito per un importo del genere è molto più elevato, in alcuni casi oltre il doppio. In più, un mutuo può venire sottoscritto per cifre elevate anche oltre i 200mila euro, mentre il prestito che oggi offre di più, quello della IBL arriva, ma solo a certe condizioni, fino a 100mila.

E' vero che il mutuo è un prestito ipotecario e che quindi si dà la casa in garanzia, ma non si pensi di sottoscrivere un prestito, non pagare una rata rimanendo poi al riparo da eventuali confische dei beni o delle casa. In altre parole, un mutuo è meglio di un prestito se si tratta, appunto, di raccogliere denaro per la casa.

Diverso è il discorso se invece dietro alla domanda di cui sopra si nasconde un altro problema: quello cioè della banca che non concede il mutuo oppure che lo condede solo parazialmente e quindi un prestito può diventare indispensabile per racimolare il gruzzolo che serve. C'è una banca che concede ancora il 120% per un mutuo a giovani coppie, di fiducia, che possono così comperarsi la casa e pagarsi l'arredamento o una bella cerimonia di nozze. Ma le banche che erogano oltre l'80% oggi sono davvero da ricercare con il lumicino e a volte, non danno nemmeno l'80%, ma solo il 60-75% che è poi la percentuale media a livello europeo.

E allora? Allora un prestito diventa indispensabile. Da qui il fiorire di offerte di prestito un po' più vantaggiose di una volta (Leggi qui l'ultima rilevazione di Of).

Il mutuo, però, intanto sta diventando sempre più flessibile e facile da gestire, con tante ciambelle di salvataggio per evitare il rischio tassi se si vuole utilizzare un tasso di partenza molto basso aprofittando di un tasso BCE ancora all'1% dopo un anno e di un Euribor ancora sotto questa cifra. Per chi vuole saperne di più Of ha appena pubblicato uno speciale intitolato "Sogno di un mutuo senza rischi" (Leggi qui). E senza paura.

Nessun commento: