Adv

martedì 5 novembre 2013

L'ufficio diventa casa. No la casa è il mio ufficio

Un mutuo che vale per due. Per la casa e per l'ufficio. Si può chiedere? Perché no. Oggi soprattutto che di uffici c'è una enorme abbondanza e si spuntano anche buoni prezzi, mentre ahimè gli affitti lievitano anche del 300% e oltre perché l'IMU costa e il proprietario cerca di rifarsi sull'inquilino. E allora, ben venga un mutuo per l'ufficio, che diventa anche casa. Oppure per la casa che diventa ufficio. Perché oggi è meglio lavorare dove si abita o abitare dove si lavora. Gli orari sono flessibili, si abbattono i costi di trasporto, di vitto e perfino di palestra. Leggi qua in OfNews una inchiesta sul tema nell'ambito del Magazine "Cambio vita a 50 anni".

Ma il mutuo? Se ne possono chiedere due, uno per l'abitazione e uno per l'ufficio, magari il secondo ha delle garanzie aggiuntive, quelle del socio o dei garanti dell'attività. I tassi sono ancora molto bassi e conviene aprofittarne. Partendo da una stabile locazione, è più facile costruirsi un futuro. Se poi l'ambiente è sufficientemente ampio, perché non pensare a costruirci una piccola palestra privata, da condividere con i collaboratori, amici eccetera.


Nessun commento: