Adv

lunedì 20 giugno 2016

Al mutuo non basta la Job Act

La voglia di casa non muore mai, e il mutuo a tassi bassi aiuta. Il problema per i giovani non è il mutuo, ma il lavoro e la prospettiva di non mantenerlo per una vita intera ma al più per qualche mese e questo alla banca non può bastare. Ci auspichiamo tutti che il Governo inventi qualcosa di meglio del Job Act, ma non è facile. Il lavoro è cambiato in modo completo: non più aziende solide e sicurissime ma tante aziendine precarie che possono chiudere da un giorno all'altro, basta che salti un contratto. Il mutuo quindi cambia e il tasso basso viene controbilanciato da maggiori spese assicurative, che consiglio di pagare per stare tranquilli, soprattutto se si ha famiglia. Come cambia il mutuo? Lo descrive molto bene come sempre fa ogni anno dal 2003 Of Osservatorio finanziario in questo speciale che inizia qui e si concluderà con una intervista al responsabile Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo.

Nessun commento: